Sardinia Lovers - elfaro@sardinialovers.com Tel. +39 070 8943272/070 8940124

Basilica di Saccargia

A circa mezz’ora di viaggio da Alghero (poco oltre Sassari) si trova la bellissima Basilica della Santissima Trinità di Saccargia, una delle più importanti chiese in stile romanico presenti in Sardegna. La chiesa venne completata all’inizio del XII secolo per volere di Costantino I, giudice di Torres. Secondo i codici giunti fino a noi Costantino, durante un viaggio insieme alla moglie, era stato ospitato nel monastero presente all’epoca. Gli sposi avevano qui fatto un voto alla Madonna per avere un figlio. Quando questo, poco tempo dopo, naque, Costantino fece dono ai monaci di una nuova chiesa.

La basilica ha un impianto ad aula unica ed è dotata di un portico sulla facciata e di un altissimo campanile. È caratterizzata dalla colorazione dei muri a fasce bianche e nere, create alternando blocchi di calcare e di basalto nero, una tecnica tipica della scuola pisana dell’epoca.

Gli affreschi dell’abside centrale vennero fatti in un secondo momento, verso la fine del XII secolo, da un artista dell’Italia centrale di cui non ci è giunto il nome. L’opera, in cui spicca la figura del Cristo in mandorla (così detto per la particolare forma dell’aureola) è uno dei migliori esempi di pittura romanica presenti in Sardegna. Il nome della basilica deriva dalla parola latina „sacraria”.

Basilica di Saccargia

La Basilica è caratterizzata dalla colorazione dei muri a fasce bianche e nere, create alternando blocchi di calcare e di basalto nero, una tecnica tipica della scuola pisana dell’epoca.